Chi siamo

L’Accademia Italiana di Osteopatia Tradizionale (A.I.O.T.) nasce nell’autunno del 1992.

In quegli anni in Italia la medicina osteopatica era diffusa attraverso l'insegnamento impartito essenzialmente da scuole con un organigramma costituito, in larga misura, da docenti stranieri, in particolare di origine francese. 

I futuri soci fondatori dell'A.I.O.T. in quel periodo avevano iniziato una collaborazione didattica presso una di queste scuole; nel corso di tale esperienza emergeva in ciascuno di essi, in maniera autonoma e con sempre maggiore forza, una idea diversa di formazione e di tipologia di scuola. 

L'idea era quella di una scuola che non avesse alcuna influenza straniera se non quella derivante dalla tradizione letteraria dell'osteopatia, che aveva la sua origine negli Stati Uniti d'America; si pensava ad una scuola che consentisse una vasta e profonda formazione di base biomedica, che formasse medici osteopati e non tecnici osteopati e che potesse condurre, nel futuro, ad una medicina integrata. 

Nel periodo compreso tra l'autunno '92 e l'autunno '93 tali idee presero forma portando alla nascita dell'Accademia Italiana di Osteopatia Tradizionale; la scelta del nome,  in particolare dei termini Italiana e Tradizionale, non fu casuale poichè racchiudeva lo spirito che anima tutt'ora la scuola. 

Anche la scelta del simbolo non fu casuale; l'evoluzione della medicina osteopatica, dopo la fondazione da parte del Dott. A. T. Still, vide lo sviluppo dell'applicazione in ambito craniale; si pensò quindi ad una immagine stilizzata di un osso del cranio. 

Il simbolo raffigura due colombe che, incontrandosi attraverso le ali, ricordano lo sfenoide, un osso del cranio; il significato simbolico delle colombe è quello della ricerca di un punto di equilibrio dal quale far ripartire un nuovo ciclo vitale, indicando quindi rinnovamento e autoguarigione; lo sfenoide è invece un elemento importante per la mobilità del cranio, aspetto caratterizzante della medicina osteopatica. 

Data ottobre 1993 il primo corso di formazione a tempo parziale dell'A.I.O.T., seguito nel 1999 dal corso di formazione a tempo pieno; entrambi i corsi sono attualmente attivi. 

Le attività dell'A.I.O.T. in questi anni sono state rivolte all'implementazione dei contenuti didattici ed alla diffusione dei principi dell'osteopatia attraverso la partecipazione e organizzazione di corsi, congressi, eventi scientifici, revisione della traduzione di testi per la pubblicazione. Successivamente si è instaurata una collaborazione clinica con strutture ospedaliere ed universitarie. Ciò ha condotto all'attivazione di due Master presso l'Università de L'Aquila ed alla nascita di un Dipartimento di ricerca. Tale organizzazione ha permesso un costante incremento della qualità didattica e di ricerca;  ciò ha consentito l'ingresso dell'Accademia nel panorama delle pubblicazioni scientifiche indicizzate testimoniando la competenza acquisita in particolare nell'ambito neonatologico e pediatrico.

Attualmente l'A.I.O.T., con il suo organigramma costituito da circa 60 docenti, il crescente numero di studenti e di pazienti che si rivolgono al centro clinico, rappresenta un punto di riferimento nel panorama nazionale ed internazionale per quanto riguarda la formazione di base, il perfezionamento dei professionisti e la ricerca clinica in osteopatia.